Corso Operatore Gentlecare® Torino (Ottobre-Novembre 2017)

Corso Operatore Gentlecare® TorinoTORINO - Informiamo con dispiacere che il corso per Operatore Gentlecare previsto a Torino  tra ottobre e novembre è stato rinviato a data da destinarsi. Contiamo di riproporlo al più presto.

Partirà l’11 ottobre  il corso per Operatore Gentlecare (scarica la Brochure del Corso)  in Piemonte, molto richiesto nel territorio si svolgerà nella sede della Residenza Trifoglio, che da tempo utilizza il Metodo Gentlecare con interessanti risultati. Le giornate di formazione saranno cinque da sette ore ciascuna e con obbligo di frequenza, al termine del corso sarà rilasciato l’attestato di Operatore Gentlecare (scarica la Scheda di Iscrizione).

Variegato il programma sia per gli argomenti che verranno trattati, sia per i professionisti coinvolti che usano il metodo da molto tempo. I corsisti potranno apprendere aspetti teorici e pratici, che consentiranno il rientro nei propri servizi con una cassetta di strumenti piena di conoscenze sul metodo Gentlecare.

Il Metodo Gentlecare, ideato e promosso dalla terapista occupazionale canadese Moyra Jones, si basa sull’assunto che gli anziani fragili, i grandi anziani e le persone affette da demenza modificano il loro modo e le loro capacità di interazione con l’ambiente circostante. 

Si tratta di un modello sistemico che si sviluppa dalla comprensione del tipo di disabilità, per poi cogliere e valorizzare le capacità residue della persona, la sua storia e i suoi desideri, così da accrescerne il benessere e sostenerlo. Spazio fisico, Persone e Programmi costituiscono i tre elementi della protesi da costruire attorno alla persona, che sottendono all’organizzazione dei servizi.

L’applicazione del metodo Gentlecare permette di raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Rallentare il progressivo deterioramento delle capacità funzionali, cognitive, motorie;
  • Garantire interventi sanitari, assistenziali, sociali specifici in modo tempestivo e integrato;
  • Controllare e contenere i disturbi comportamentali riducendo l'utilizzo dei mezzi di contenzione fisica e farmacologica;
  • Razionalizzare il trattamento farmacologico e ridurre lo stress dei caregiver.

Alla fine del corso, i partecipanti che frequenteranno almeno il 90% delle attività formative e che supereranno l'esame finale avranno diritto all'attestato ECM e all’attestato di Operatore Gentlecare. Abbiamo scelto la Residenza Trifoglio perché è un servizio che usa il Metodo Gentlecare con interessanti risultati. Ecco un esempio a cura di  P. Landra (geriatra),  A. Matta (referente OSS),  A. Patruno (psicologa):

”Ad un anno e mezzo circa da allora, abbiamo cercato di tracciare il percorso compiuto, soffermandoci sugli effetti dell'applicazione del metodo Gentlecare, che sta alla base della progettazione degli spazi e dell’organizzazione gestionale del nostro nucleo N.A.T. Abbiamo potuto evidenziare, grazie alle osservazioni compiute nel lavoro quotidiano con gli anziani e con i loro familiari e alle rilevazioni periodiche con test standardizzati, gli effetti diretti sulle condotte dell'approccio protesico - ambiente, programmi, persone - dove la cura dei dettagli ambientali si integra con la realizzazione di programmi specifici, volti al recupero e al mantenimento delle abilità sociali delle persone anziane e alla prevenzione e/o riduzione dei disturbi del comportamento, limitando il più possibile il ricorso agli psicofarmaci e ponendo particolare attenzione alla formazione del personale”.

La nostra esperienza ha confermato come un agire sinergico sulle variabili protesiche consenta di ottenere un miglioramento complessivo che si evidenzia nelle abilità conservate e, più in generale, nella globalità della qualità di vita delle persone, per le quali, in pochi mesi, si è verificata una diminuzione di alcuni dei comportamenti problematici che presentavano all’ingresso in struttura, quali l’ aggressività verbale e fisica, lo stress derivante dalla alterata conoscenza dell’ambiente e il wandering, con la riduzione, in alcuni casi, della terapia farmacologia.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento